crozza

Sarà una coincidenza, ma da quando Matteo Renzi ha preso in mano il governo il Pd appare più insofferente che mai alla satira televisiva. Dopo , “rischia di incassarli proprio l’emittente privata di Urbano Cairo”

Grassi ha concluso con un sospetto:

Viene subito da pensare che La7 sia ben contenta di concedere queste deroghe all’esclusiva con Crozza: i 12 milioni di telespettatori di Sanremo del 22 febbraio hanno di fatto lanciato la nuova trasmissione ‘Crozza nel paese delle meraviglie’, iniziata venerdì scorso. I promo su La7 sono partiti proprio in coincidenza con Sanremo. La partecipazione del martedì a ‘Ballarò, invece, garantisce uno spot settimanale per La7 direttamente dalla sua principale rete concorrente, Raitre. Alla luce di questa situazione, che lascia pensare ad una gestione dell’intera vicenda quanto meno poco conveniente per la Rai, è opportuno chiarire se la dirigenza del servizio pubblico non abbia causato un danno all’azienda. I maggiori profitti della grande visibilità del comico, infatti, rischia di incassarli il concorrente privato.

Gero Grassi del Pd contro Maurizio Crozza: “La sua presenza in Rai danneggia la tv pubblica e favorisce La7” é stato pubblicato su TVBlog.it alle 09:22 di 12 marzo 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.

Fonte: TV Blog